martedì 7 gennaio 2014

Il lavoro che più di tutti si sta sviluppando in Italia ed in Europa?

Il lavoro, la base della vita

Lavorare è fondamentale non solo per noi esseri, umani ma anche per gli animali, basti osservare le api, le formiche, ma anche gli elefanti, i lupi, leoni ecc. ognuno ha un suo compito ed un suo ruolo da svolgere all'interno del gruppo affinché quest'ultimo rimanga integro ed efficiente;

Senza il lavoro l'individuo oltre a non poter garantire alla sua sopravvivenza, non si sente realizzato in quanto elemento non decisivo ed essenziale all'interno del meccanismo artificiale che abbiamo creato; quest'ultimo punto è un vero oltraggio alla costituzione Italiana che cita per fondamentale il diritto al lavoro per tutti.

In Italia ed in Europa in generale nasce così il nuovo lavoro che in molti si apprestano a svolgere anche a tempo pieno. Il lavoro in questione è molto complicato poiché richiede tempo, pazienza, volontà, positività e diciamolo, anche molta fortuna; stiamo parlando del cercare lavoro, la tendenza del momento che coinvolge giovani e meno giovani, di tutte l'età è quella del cercare lavoro, un compito arduo data la scarsità di posti d'impiego esistenti, eppure tantissime persone si apprestano in questo lavoro con una retribuzione inesistente, senza rimborsi spese per i trasporti ed il tempo perso.

Esaminando ora il modello Inglese si riscontrano grandi differenze, infatti nel Regno Unito le cose sono molto differenti rispetto il nostro "Belpaese" dove la raccomandazione precede la preparazione e l'impegno; nel Regno Unito infatti sono presenti numerosissimi Jobcenter, ovvero centri per l'impiego che non hanno nulla a che vedere con i nostri uffici di collocamento (che come ha detto un noto personaggio sono i posti di lavoro per molti dipendenti), infatti questi jobcenter servono veramente ad aiutare e sostenere chi purtroppo un lavoro non ce l'ha e si applica per averlo. I jobcenter, oltre a fornire numerosi corsi di formazione ed aiuto nella ricerca di un'occupazione, offrono anche un piccolo ma importante rimborso spese se così vogliamo chiamarlo per i disoccupato in cerca di lavoro e non è affatto male se si pensi che stiamo parlando di quasi 400 euro circa al mese.

L'emigrazione

In un paese, spesso in degrado o dove le condizioni non sono ottimali per la vita succede un fenomeno curioso che avviene anche nel mondo animale: l'emigrazione ovvero lo spostarsi in zone più fertili ed ottimali; ne assistiamo tutti i giorni data la mole di giovani e non solo, che ogni giorno decidono di partire verso terre più feconde come la Germania o Il Regno Unito. Ora, con tutto rispetto per tutti gli altri paesi all'infuori dell'Italia, ma perché cazzo dobbiamo emigrare altrove? Perché lasciare il Paese nel caos e nell'autodistruzione? Quali posti esistono migliori di questa penisola e sto parlando di cibo,clima,arte bellezze naturalistiche, mare, montagna,parchi,riserve ecc.? Quali e quanti?
Esistono due diversi tipi di emigrazione e sono: quella volontaria e quella forzata, la prima come dice la parola stessa è libera, nasce per il piacere della scoperta di nuovi posti e culture, la seconda invece, è imposta, imposta da condizioni non ottimali come quelle che si stanno presentando nel nostro Paese, condizioni che noi abbiamo creato, poiché il nostro sole, la nostra terra offre cibo, spazio,benessere... in abbondanza per tutti, ma data la sete di ingordigia ed arroganza insita nell'uomo e gonfiata dal sistema artificiale e falso che abbiamo creato,ci troviamo in uno stato di siccità e carenza (artificiale), e così tanto pensano di andare altrove lasciandosi tutto alle spalle, rimpiangendo per sempre il paese d'origine poiché sarà sempre il paese d'origine.

 Non dobbiamo sperare in una ripresa ma dobbiamo lavorare per una ripresa,tutti insieme, l'individualità è chiaramente fallita, le numerosi crisi naturali,sociali,economiche ecc.  lo stanno dimostrando, l'individuo che mai così nella storia è stato così sofferente ed insoddisfatto deve cambiare, mutare, capire che è molto più importante di quanto pensi essendo connesso con ogni altro essere in vita e non, la speranza deve trasformarsi in impegno nel fare e nel volere che le cose cambino, perché nessuno vuole vivere in un mondo dove l'aria e l'acqua siano putride, il cibo chimico e a lungo andare nocivo,le persone false,immorali e menefreghiste e potrei continuare all'infinito. Collaborazione e consapevolezza sono le parole chiave...